Il Volontario
Podcast a chi? L'inarrestabile ascesa di un nuovo mezzo di comunicazione

Podcast a chi? L’inarrestabile ascesa di un nuovo mezzo di comunicazione

Gaia Manco è una giornalista freelance, ma soprattutto una viaggiatrice, una sperimentatrice della comunicazione. Da dieci anni svolge il suo lavoro all’estero: Francia, Cina, Inghilterra, Germania e ora Sudafrica. Mai stanca di rispondere alla domanda “dove sei stata”, decide di creare un podcast itinerante che parla dei suoi viaggi, di errori e “di tutto ciò...

Assassinati perché cercavano la verità: intervista a Lirio Abbate

Assassinati perché cercavano la verità. Uccisi perché traditi dalla verità delle loro parole. È questo che accomuna i dieci giornalisti italiani ricordati da Lirio Abbate, de L’Espresso e che da sette anni vive sotto scorta, nel suo monologo “Morti di mafia: la storia dei giornalisti uccisi dalle criminalità organizzate”. Scritto assieme al regista Marco Tullio...
Il trauma secondario dei giornalisti: un problema primario

Il trauma secondario dei giornalisti: un problema primario

Fare il giornalista, anche nel 2016, anche svolgendo un lavoro di newsroom e non ‘sul campo’, anche guardando la realtà attraverso uno schermo, può rivelarsi più traumatico di quanto si immagini. È quello che viene premesso immediatamente da Gavin Rees, direttore del Dart Centre Europe, un progetto della Scuola di Giornalismo della Columbia University dedicato alla promozione di approcci etici e innovativi...
Internet, i nostri diritti

Internet, i nostri diritti

Il 3 novembre 2015 la Camera dei Deputati ha approvato all’unanimità una mozione che impegna il Governo a promuovere e adottare a livello nazionale, europeo e internazionale la Dichiarazione dei Diritti in Internet, varata il 28 luglio 2015 dalla Commissione per i Diritti e Doveri in Internet presso la Camera dei Deputati. Il documento, nato...
Il teatro degli oggetti di Fulvio Abbate

Il teatro degli oggetti di Fulvio Abbate

Mercoledì 6 aprile, nel giorno di apertura della X edizione del Festival Internazionale di Giornalismo di Perugia il Teatro della Sapienza ha ospitato nella sua sede alle ore 21:00 “Il teatro degli oggetti“, uno spettacolo-monologo animato di Fulvio Abbate con Gerardo Balestrieri alla fisarmonica. All’interno di una scena minimale, pochi elementi ad animarla: un sgabello,...
Satira e parodia on line: dal diritto di espressione al reato di diffamazione

Satira e parodia on line: dal diritto di espressione al reato di diffamazione

L’articolo 21 della Costituzione Italiana sancisce che “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”. Ci sono, però, dei limiti a tale diritto? A parlarne è stato l’avv. Marcello Bergonzi Perrone, in occasione...
8 cose che i volontari del Festival non potevano fare (ma hanno fatto)

8 cose che i volontari del Festival non potevano fare (ma hanno fatto)

Questo Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia ho avuto il compito di raccontare i volontari. Vi ho salutati tutti con questo post conclusivo, e poco altro posso aggiungere. Mi limito a un post elenco su una serie di cose che questi ragazzi hanno fatto durante #ijf14. Cose che la dicono lunga sul genere di opportunità...
Tutti quei baci rubati, ai giovani e al giornalismo

Tutti quei baci rubati, ai giovani e al giornalismo

Epifania lo dice con orgoglio: “Io vengo da Palazzo Adriano, il paese in Sicilia dove Tornatore ha girato Nuovo Cinema Paradiso”. È la seconda volta che viene a Perugia come volontaria e, come l’anno scorso, lavora alla radio: “Nel 2013 avevo un po’ più di ansia, facevo le interviste importanti”. In effetti, a vederla così...
Scrivere e vivere gratis: una vita come Luca Sofri

Scrivere e vivere gratis: una vita come Luca Sofri

“Quest’anno mi occupo di editing: formatto il testo dei pezzi sul magazine del Festival, li correggo, inserisco tag, foto e titolo”. Silvia ha 23 anni ed è al suo terzo giro come volontaria del Festival. “Quest’anno finalmente ho imparato a embeddare i video” (inserire i video dentro gli articoli). Silvia è di Napoli, è felice...
Il lungo viaggio che mi ha portato da Google a Perugia

Il lungo viaggio che mi ha portato da Google a Perugia

“Sono di Edimburgo, ma non chiamarmi scozzese”. dice Ade. “Preferisco britannica, è un termine più inclusivo. Non sono scozzese di origine”, mi spiega Ade, che finalmente dopo qualche anno di tentativi è riuscita a farsi accettare come volontaria al Festival. Curioso, avevo sempre pensato “Britannico” fosse sinonimo di colonialismo, scontro di civiltà. Non potevo immaginare...